encuentro01

Il quartetto del concerto "Encuerto en Tánger" perpetua un'antica e orgogliosa tradizione nata nell'epoca dell'Andalusia felice, un tempo in cui gli ebrei e i musulmani, ospiti della Spagna cristiana crearono poesia e musica con una simbiosi e una semplicità straordinaria.
Tahar Ben Jelloun

Suoni, canti e balli delle radici

LABORATORIO MUSICALE PER BAMBINI E RAGAZZI A cura di Jamal Ouassini & Gaia Scuderi

Che cosa è:

“Suoni,canti e balli delle radici” si realizza come un campo estivo, un laboratorio dove bambini e ragazzi hanno la possibilità di arricchire le giornate estive in un contesto artistico, sviluppando in prima persona un rapporto spontaneo e creativo con la musica e i suoi tanti elementi, sotto la guida di esperti artisti nel settore.

Le finalità del progetto:

Il fulcro del progetto è il desiderio di instaurare ed approfondire la collaborazione e lo scambio culturale tra soggetti provenienti da culture diverse e che si trovano a vivere, studiare e lavorare insieme. Siamo convinti che la diversità come arricchimento culturale e la conoscenza reciproca possano creare la base per una società moderna senza pregiudizi, una società più ricca perché raccoglie in sé la diversità e contribuisce ad armonizzare e a promuovere tale caratteristica.

A chi è rivolto:

Questo progetto è rivolto a bambini e ragazzi che si accostano per la prima volta alla musica, o che in vario modo, hanno già incontrato questa disciplina.
I gruppi per ogni singolo laboratorio saranno composti da 10 fino ad un massimo di 15 partecipanti a seconda della fascia d’età: bambini (dai 5 ai 9 anni) e ragazzi (dai 10 ai 15anni), favorendo così la diretta partecipazione di ciascuno e rendere più produttiva l’iniziativa.

Come nasce:

Il progetto nasce all’interno della compagnia teatrale Antonin Artaud diretta da Michel Poletti. Presentato in numerose scuole e teatri in Svizzera, Francia, Germania, ed in Italia
“Suoni e canti delle radici” è stato sostenuto dal Fondo Progetti Per i Diritti Umani della Confederazione svizzera e dal Dipartimento delle Opere Sociali del Cantone Ticino.

Il laboratorio è così articolato:

Lo strumento musicale: Presentazione e illustrazione dei vari strumenti musicali appartenenti a differenti aree geografiche, per stimolarne la curiosità attraverso un dialogo creativo e diretto con i suoni e le sonorità.

Il ritmo: Creazione dello spazio ritmico attraverso l’interazione tra i partecipanti mediante l’uso del corpo, piccoli strumenti a percussione anche realizzati da loro stessi durante il laboratorio con semplici materiali di recupero. Bambini e ragazzi entrano così in contatto con diversi giochi ritmici creando momenti di forte socializzazione e collaborazione.

Il canto: in questa fase i ragazzi esploreranno il più antico strumento musicale dell’uomo; la voce. Inizieranno ad abituare il proprio orecchio al canto collettivo attraverso semplici giochi ed effetti vocali, cercando di sviluppare l’armonia indispensabile alla realizzazione di un canto d’insieme.

Il suono: in questa fase si affronta il fenomeno del suono nelle sue infinite possibilità. I bambini e i ragazzi in prima persona ricercheranno ogni suono possibile, non solo traendolo dagli strumenti musicali, ma anche esplorando i suoni degli oggetti del quotidiano, dell’ambiente circostante, della natura fino a quelli prodotti dagli idiomi parlati dagli stessi partecipanti.

Il movimento: scoprire di avere un corpo che attraverso il movimento produce dinamiche che esprimono la musicalità e le emozioni dei suoni, anche utilizzando piccoli monili che amplificano le potenzialità e l’espressività del corpo attraverso la cinetica.

La composizione: si giunge alla fase in cui il lavoro si concretizza attraverso la composizione di un’ opera finale. I partecipanti procedono ad unire tutti gli elementi dell’esperienza vissuta durante il laboratorio per creare un prodotto artistico originale, ispirandosi ad un tema concordato con loro.


Rappresentazione pubblica: al termine del lavoro si terrà una rappresentazione aperta al pubblico dei genitori e a tutti gli interessati, in cui i bambini si esibiranno e racconteranno in forma musicale la loro nuova avventura.

Ziryab - Via PRATIVECCHI 21/D CAVRIAGO (REGGIO EMILIA) | Tel +39 3356186833 info@ziryab.it P. IVA 02153800350