encuentro01

Il quartetto del concerto "Encuerto en Tánger" perpetua un'antica e orgogliosa tradizione nata nell'epoca dell'Andalusia felice, un tempo in cui gli ebrei e i musulmani, ospiti della Spagna cristiana crearono poesia e musica con una simbiosi e una semplicità straordinaria.
Tahar Ben Jelloun

Ispirazioni mediterranee

Il progetto “Ispirazioni Mediterranee” è elaborato da Ziryàb Associazione Culturale per lo studio e la promozione della musica del Mediterraneo. Associazione formata da diversi artisti che fin dalla sua nascita ha promosso artisti, elaborato progetti, collaborato alla realizzazione di rassegne e festival dedicati alla musica dei popoli mediterranei.

Guantanamo – Cubanjazz
Jamal Ouassini Ensemble Med
Tangeri Cafe Orchestra “Sulla via di Tarifa” - Mediterraneo
Karin Mensah - Capo Verde
Klezroym - musica klezmer
Margarida Guerreiro - Fado
Woodoo Sound Club – Musica animista - Afrobeat - Afrofunk - Voodoojazz Gabriele Coen – “Jewish Experience”
Marco Porcu – Guitar Solo
Mesogaia Project – Grecia/Italia
Carlos Zarate compagnia flamenca - Andalucia
Nava Ensemble – Iran
Balen Lopez de Munain Quartett - Paesi Baschi
Taraf de Valachia – Romania
Fawda Trio - Psychedelic Gnawa Music

GUANTANAMO

Guantanamo Express è un quintetto che mette il ritmo al centro del discorso. L’ispirazione nasce dal grande patrimonio della tradizione afro-cubana con un repertorio in parte originale ed in parte costituito da “classici” di Chucho Valdes, Bud Powell, Emiliano Salvador, Ernesto Lecuona e Lennie Tristano rivisitati in chiave afro-latina con un tocco di acida psichedelia: i cinque musicisti si muovono dal latin jazz al cubop impastandoli con poliritmie africane, rumba e son cubano. Il risultato finale è un sound che fonde tradizione e modernità con destinazione Guantanamo.
Viseo: http://www.youtube.com/watch?v=Bnzt3G5Thbk http://www.youtube.com/watch?v=dWm1MJBpljw

JAMAL OUASSINI MED

Questo concerto nasce dall’incontro tra musicisti di diversa estrazione musicale e provenienti da diversi paesi del Mediterraneo La musica e il canto si incontrano per raccontarci il fascino della molteplicità culturale che nei secoli si è depositata nel bacino del Mediterraneo. Il repertorio propone brani della tradizione classica e popolare appartenenti al Medio Oriente, Turchia, Grecia, Macedonia e Maghreb, in una rivisitazione contemporanea arricchita dalle composizioni originali degli artisti dell’ensemble.
Video: http://www.youtube.com/watch?v=8Abysm-6YoQ

TANGERI CAFE’ ORCHESTRA

In uscita il nuovo album
www.ziryab.it

KARIN MENSAH

Il progetto Cape Verde in Jazz propone una riscoperta della tradizione musicale capoverdiana in chiave jazz e soul senza per questo compromettere la sua originale intensità. Un viaggio nella morna, coladeira e funana, principali stili musicali capoverdiani, e talvolta anche nella bossa nova brasiliana le cui sonorità ricordano il legame e le influenze reciproche fra Africa Portoghese e America Latina.
Video > http://www.youtube.com/watch?v=N_3DyUsqIJE

KLEZROYM

I KlezRoym, partendo dalla riscoperta del patrimonio musicale ashkenazita (ebraico dell’Europa Orientale) e sefardita (ebraico-spagnolo), propongono un continuo lavoro di incontro tra diverse culture musicali (mediterranea, mediorientale, italiana), costruendo un suggestivo ponte sonoro tra musica popolare e jazz contemporaneo. La musica Klezmer - e la musica ebraica più in generale - é la radice e lo spunto per una ricerca che ha portato i KlezRoym a scrivere brani del tutto originali ed a realizzare arrangiamenti in cui la matrice tradizionale è importante riferimento musicale ma soprattutto modello di libertà ed apertura alle diverse matrici culturali dei musicisti del gruppo. Dischi: (Klezroym - 1998, Scenì - 2000, Yankele nel ghetto – 2002, Klezroym – 2003, Venticinqueaprile - 2007).
Video > http://www.youtube.com/watch?v=qgDz9MPYJaY&feature=related Video > http://www.youtube.com/watch?v=qGigp7SS0tU&feature=related

MARGARIDA GUERREIRO Fado

Portoghese, nata in Alentejo, già da piccola si faceva notare per la sua voce calda ed il suo talento a tal punto che nel 1991 viene invitata, in uno dei più importanti concerti della sua carriera, ad aprire lo spettacolo di Amalia Rodrigues. Nel 1997 vince il prestigioso premio Amália Clube de Fado, a Lisbona. Nel 2002 registra il suo primo cd “Sal e Mel” facendo da apri pista al suo secondo lavoro discografico “Encores Fado -
Live” 2007. Nella sua intensa carriera partecipa a numerose compilation di Fado e Festival Internazionali tra i quali: El Hatillho (VENEZUELA), Fado Flamenco(Spagna), Segóvia Folk Festival (Spagna),Ollinkan Festival (Messico), Stricly Mondial(Monreal - Canada), Chambers Guitar Festival(Slovacchia), Festival 7 Sois 7 Luas (Espanha, França, Croácia, Itália) ... Oggi viene considerata una tra le migliori cantanti nel panorama musicale portoghese.
Video > http://www.youtube.com/watch?v=EQaoaV7rVjI
Video > http://www.youtube.com/watch?v=ihWqRgQ1E0I&feature=related

VOODOO SOUND CLUB Musica animista - Afrobeat - Afrofunk - Voodoojazz

La musica di Voodoo Sound Club è una miscela esplosiva di funky, afrobeat e psichedelia, più sinteticamente “Voodoo Jazz“. Musica da ascoltare e da ballare che riporta il jazz vicino a tutte le forme di black music che hanno fatto ballare intere generazioni: il funk, il beat, il rock fino ad arrivare all’originale matrice africana. Il repertorio, composto principalmente da brani originali ma anche da cover scelte di Manu Dibango, Fela Kuti e Jimi Hendrix, è interamente dedicato all’energia e al ballo e allo stesso tempo riesce a gratificare anche le orecchie degli ascoltatori più raffinati ed attenti: l’ipnotica ripetitività delle progressioni ritmiche e le torrenziali improvvisazioni del saxofono del leader, intrise di preziosa intensità espressiva, esplodono in una dimensione più rituale ed ancestrale, che coinvolge intensamente il pubblico sul piano intellettuale, fisico ed emotivo. VSC nel corso degli anni ha sperimentato diverse collaborazioni artistiche con featuring del calibro di Roy Paci, Gianluca Petrella e importanti percussionisti africani come Billy Konatè e Sire Doumbouya.
Video > http://www.youtube.com/watch?v=tZ2uVDrTs6E

GABRIELE COEN “Jewish Experience”

Gabriele Coen “Jewish Experience” è la prima band italiana prodotta da John Zorn per la Tzadik, la prestigiosa etichetta discografica newyorchese in cui sono presenti artisti del calibro di Marc Ribot, Frank London, David Krakauer, Uri Caine, ma anche Steve Lacy, Lou Reed e Laurie Anderson. Sassofonista, clarinettista, compositore, Gabriele Coen si dedica da oltre dodici anni all’incontro tra jazz e musica etnica, in particolare mediterranea e est-europea, svolgendo un'intensa attività a livello nazionale e internazionale.
Video > http://www.youtube.com/watch?v=oFqpSSkZFNo Video > http://www.youtube.com/watch?v=t3tzm6WsbKA

MARCO PORCU Guitar solo

Attivo non solo come chitarrista, ma anche come compositore e didatta, nel 1993 fonda il complesso “Altus Karma”, con il quale prende parte in quello stesso anno al Festival “Ai confini tra Sardegna e Jazz”, condividendo il palco con artisti del calibro di Al Di Meola e Paco De Lucia ... Nel 2008 è stato invitato dalla Università della Musica di Wichita (Kansas, USA) come titolare della cattedra di chitarra acustica. Nel 2011 diventa endorser delle chitarre “Aparicio” e viene pubblicato negli Stati Uniti il CD guitar solo “Sciamano” . Nello stesso anno, al Festival delle Arti di Bologna, si classifica al primo posto nella categoria strumentisti con il premio speciale “Piergiorgio Farina”...
Video > http://www.youtube.com/watch?v=Lpqds8de1Gg Video > http://www.youtube.com/watch?v=5rsgjclgHtk

MESOGAIA PROJECT

Il progetto Mesogaia, alla lettera Terra di Mezzo, è guidato dal virtuoso liutista e cantante greco Vanghelis Merkuoris. Una formazione eclettica nata dalla passione dei musicisti per la fusione di diversi stili in questo progetto unisce le melodie della tradizione greca e un linguaggio musicale contemporaneo, sfociando in nuove suggestioni e confronti improvvisativi. Il risultato artistico è arricchito dal percorso individuale dei componenti del gruppo provenienti da diversi generi musicali. Il mix dei Mesogaia è coinvolgente e rivela percorsi originali e di spessore.
http://www.myspace.com/mesogaiaproject

CARLOS ZARATE compagnia flamenca

“In Carlos Zarate soggiace una verità flamenca, quella che emana dal suo cuore, quello che è, a volte, soggetto e oggetto, causa e effetto, quando chiude gli occhi e si immerge nel mondo del “profondo”, una latitudine che pochi conoscono, il mondo magico e misterioso del flamenco, un mondo che conoscono solo gli interpreti che ritornano indietro per offrire la musica millenaria della nostra terra. Il suo è un esempio di maestria e onestà, di capacità di lavoro e talento, il suo tocco è forza, decisione, ispirazione ...” Gracias Maestro, Juan Pintilla, Làmpara Minera 2207 - Critico de flamenco del diario “la opiniòn de Granada”
Video: http://www.youtube.com/watch?v=OxCZ3uB6i34&feature=related

NAVA ENSEMBLE _ IRAN

Navâ è il nome di uno dei sette modi principali della musica persiana e in lingua farsi significa “suono”. Dai
sette modi principali, ne derivano altri cinque, che creano nell’esperienza dell’ascolto, ognuno di essi, uno stato d’animo particolare. In farsi tali modi musicali sono chiamatidastgâh o âvaz.
Video: http://www.youtube.com/watch?v=rCEW5titNzM
BALEN LOPEZ DE MUNAIN Quartett
La Musica dei Paesi Baschi incontra il Jazz
La sonorità del Quartetto è frutto di una ricerca nella quale coesistono diversi elementi: dalla musica tradizionale basca all'improvvisazione, dalle armonie del jazz moderno alle sonorità etniche. In questa tournee italiana, l’artista è accompagnato dal grande Joxan Goikoetxea.
http://www.youtube.com/watch?v=Z3uZAD0RAYM

TARAF di VALACHIA'

Trascinante ensemble Rom che propone sui palchi italiani le atmosfere delle feste dei matrimoni in Romania
http://www.youtube.com/watch?v=lSvVMTmcjH4&feature=related

FAWDA TRIO Psychedelic Gnawa Music

La musica Gnawa è puro groove, è il suono basso e caldo del Guembri e una voce che fanno viaggiare. Guidato da red-A, originario di Casablanca, il progetto "Fawda Trio" naviga tra repertorio sacro e profano portando un patrimonio forte ma sempre aperto alle contaminazione. Un incontro inedito nel paesaggio world jazz italiano e europeo, tra tradizione e innovazione sulla base di sonorità tra la musica Gnawa e il free jazz. Reda Zine, voce e il basso guembri , Fabrizio Puglisi, fenders rhodes, Danilo Mineo percussione.
Video > http://www.youtube.com/watch?v=HUM1qiEAKiI

Ziryab - Via PRATIVECCHI 21/D CAVRIAGO (REGGIO EMILIA) | Tel +39 3356186833 info@ziryab.it P. IVA 02153800350