encuentro01

Il quartetto del concerto "Encuerto en Tánger" perpetua un'antica e orgogliosa tradizione nata nell'epoca dell'Andalusia felice, un tempo in cui gli ebrei e i musulmani, ospiti della Spagna cristiana crearono poesia e musica con una simbiosi e una semplicità straordinaria.
Tahar Ben Jelloun

12-03-2016 BALEN LOPEZ DE MUNAIN & LUCIANA ELIZONDO

12 marzo - Bergamo Presso IndispArte - http://indisparte.com/ .

BALEN LOPEZ DE MUNAIN (Paesi Baschi) - chitarra classica
LUCIANA ELIZONDO (Argentina) - viola da gamba

Presentano

LOTUNEAK (CONNESSIONI)

SUSTRAIAK HAN DITUENAK
Nekez uzten du bere sorterria sustraiak han dituenak.
Nekez uzten du bere lurra zuhaitzak ez bada abaildu eta oholetan.
Ez du niniak begia uzten
ez bada erroi edo arrubioen mokoetan. Nekez uzten du gezalak itsasoa
ez hare harriak basamortua.
Ez du liliak udaberria uzten
ez elurrak zuritasuna.
Bere sorterria nekez uzten du sustraiak han dituenak.

Joseba Sarrionandia (1958)

CHI HA LÌ LE SUE RADICI
Difficilmente lascia la patria
chi ha lì le sue radici.
Difficilmente l’albero lascia la sua terra
se non è abbattuto e trasformato in assi.
La pupilla non abbandona l’occhio
se non per il becco dei corvi o il morso degli scorpioni.
Difficilmente il sale lascia il mare
o la sabbia il deserto.
Il giglio non abbandona la primavera
né la neve il biancore.
Difficilmente lascia la patria
chi ha lì le sue radici. 

L’origine basca di entrambi gli artisti è il motore di questa nuova e interessante collaborazione che propone con gusto ed eleganza un repertorio ispirato e originale della bellissima e ancora poco nota tradizione dei Paesi Baschi.
La proposta artistica del duo è lontana dagli stereotipi folkloristici, ma ha un occhio ben attento al legato musicale proveniente da quella piccola parte di Europa, da sempre incrocio di culture e contaminazioni e allo stesso tempo fiera delle sue particolarità linguistiche e musicali.
Il repertorio è composto da musiche scritte da Balen Lopez de Munain, temi tradizionali, testi poetici e composizioni che hanno avuto e hanno ancora oggi una forte relazione con il mondo culturale basco.

BALEN LOPEZ DE MUNAIN

balen

È nato a Bilbao, nei Paesi Baschi. Incomincia il suo percorso artistico e concertistico dopo essersi diplomato in chitarra presso il Conservatorio di Bilbao.
Alla fine degli anni ottanta si caratterizza come esponente del movimento della world music e viene invitato a suonare con musicisti italiani conosciuti nell’ambito della musica etnica: incide e realizza numerose tournèe con artisti come Antonio Breschi, Jamal Ouassini ed il gruppo Ziryab.
Gli anni novanta sono decisivi per dare avvio alla sua carriera come concertista e leader di un progetto personale: prima forma un trio con il percussionista angolano Mario N'goma ed il bassista triestino Sergio Candotti. Con questa formazione registra nel 1995 "Laberintoa" e realizza numerose tournèe in tutta Europa.
Alla fine degli anni novanta incomincia a lavorare su un progetto più centrato sulla musica basca: accanto al contrabbassista e violoncellista Salvatore Maiore, al flautista Geoff Warren ed al fisarmonicista Joxan Goikoetxea registra "Lotuneak"(2005) e lo presenta all’interno delle rassegne europee più prestigiose di musica etnica. E’ stato invitato in numerosi festival chitarristici e la critica ha sottolineato l’originalità e la raffinatezza del repertorio, composto da musiche proprie, tradizionali e di altri autori della sua terra.
Ha inoltre suonato con artisti come Franco Morone, Máirtín O'Connor, Kepa Junkera, Maria Moramarco - Uaragniaun e con il gruppo basco Alboka. Negli ultimi anni Balen Lopez de Munain si escibisce da solo o in duo: con il fisarmonicista basco Joxan Goikoetxea o con il contrabbassista Salvatore Maiore o con il flautista e sassofonista Geoff Warren.
In Italia ha conseguito il diploma di laurea di II° livello in chitarra presso il Conservatorio di Verona, con una tesi sulle “origini del repertorio chitarristico basco”. Attualmente insegna chitarra nelle scuole secondarie di I° e II° grado ad indirizzo musicale della provincia di Verona.

LUCIANA ELIZONDO

luciana

Ha iniziato i suoi studi presso la Scuola di Musica dell’Università Nazionale di Rosario in Argentina. Ha fatto parte dell’ensemble Promusica Rosario Antiqua, iniziando la sua carriera nella musica antica sotto la direzione del M° Cristian Hernandez Larguía. Ha studiato viola da gamba, prima con Irene Chaina, Juan Manuel Quintana e Ricardo Massun, per poi continuare in Europa con Vittorio Ghielmi, Fahmi Alqhai e Guido Balestracci.Nel 2005 ha ottenuto una borsa di studio per stabilirsi in Italia e ha proseguito gli studi musicali presso L’Accademia Internazionale della Musica di Milano, dove si è diplomata sotto la direzione di Rodney Prada. In seguito ha ottenuto il Master en Interprétation-Concert presso il Conservatoire Supérieur de Musique di Ginevra, sotto la direzione di Guido Balestracci. Collabora con Ensemble Elyma, Estro Cromatico, Festino Armonico, Cum Altam, Glossarium, La Cecchina, La Venexiana, Ensemble Européen William Byrd, Magica Lirica e il Coro Biscantores, con cui si è esibita nei più importanti teatri in Sud America e in Europa.Insegna viola da gamba presso la Scuola Internazionale Musicale di Milano. Dal 2012 tiene il corso di viola da gamba per bambini presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano.Ha registrato per le etichette EPSA, K617, Sony e Arcana.Nei suoi concerti per viola da gamba sola, Luciana Elizondo recupera la tradizione rinascimentale, da molto tempo dimenticata, di cantare suonando la viola da gamba. Dal 2015 insegna viola da gamba presso il Conservatorio Stanislao Giacomantonio di Cosenza.

Letto 676 volte

Ziryab - Via PRATIVECCHI 21/D CAVRIAGO (REGGIO EMILIA) | Tel +39 3356186833 info@ziryab.it P. IVA 02153800350